S.O.S. SCIENZE FORENSI

SOS Scienze Forensi è uno sportello gratuito d’informazione e valutazione degli accertamenti scientifici presentati in sede giudiziaria.

Una recentissima sentenza della Corte di Cassazione (Cass. VI Sez. 4 luglio 2013 nr. 34531) ha aperto uno spiraglio a chi è stato condannato sulla base di indagini scientifiche oggi considerate superate. Annullando una decisione della Corte di appello di Catanzaro che aveva respinto una richiesta di revisione, la Suprema Corte ha rilevato che “…questa Corte non ha ragione di disattendere il più recente orientamento della giurisprudenza di legittimità, per il quale la richiesta di revisione è ammissibile laddove, anziché basarsi sulla sollecitazione ad una mera rinnovazione dell’accertamento tecnico già espletato nel giudizio di cognizione, prospetti una perizia nuova per metodologia e conclusioni.”


Per forza di cose la Cassazione, che ignora o è costretta a ignorare l’angosciante situazione delle scienze investigative italiane, ha limitato la possibilità di revisione ai casi in cui venga prospettata una nuova metodica. Considerando però che molte discipline criminalistiche sono in continua evoluzione sia scientifica che interpretativa, questa sentenza può concedere più spazio di quanto potrebbe apparire. Il testo completo della sentenza è disponibile nel sito del giudice Edoardo Mori

http://www.earmi.it/diritto/giurisprudenza/mazzagatti.html che così la commenta:

Ottima e puntuale sentenza della Cassazione la quella precisa che il giudice ha sempre il dovere di adeguarsi al progresso scientifico nella valutazione della prova; quando un metodo è superato è come se la prova non esistesse più; prima si pensava che essa fosse valida al 100%, poi si scopre che lo era in misura molto minore e che porta a troppi errori. Ciò è avvenuto con le impronte digitali con i residui di sparo, con il DNA, con il raffronto di proiettili, con le analisi chimiche, ecc. ecc.

SOS Scienze Forensi è formato da un gruppo di esperti e scienziati con dimostrata esperienza e competenza in vari settori della balistica, che, condividendo l’obiettivo di contrastare la dilagante approssimazione degli accertamenti eseguiti dai vari laboratori istituzionali e da individui privi di sufficiente preparazione, hanno deciso di offrire un servizio e un sistema informativo gratuito.

Questa iniziativa s’inquadra in una situazione pregressa di contrasto fino a questo momento sostenuta individualmente con fatica, rischi e pochissimo successo. Il contesto in cui agiamo è talmente degradato da rendere praticamente impossibile far conoscere al grosso pubblico una realtà che appare, a chi non la conosce, assolutamente incredibile. Alcuni aspetti di questa situazione sono illustrati nel sito http://www.earmi.it/varie/scienze%20forensi.html

Ne consigliamo vivamente la lettura a tutti coloro che ritengono esagerate le nostre affermazioni.